Centrale elettrica di Manjung

Situata sulla costa settentrionale di Kuala Lumpur, la centrale termoelettrica di Manjung è la più grande del suo genere in Malesia. Il nuovo impianto è dotato di tre generatori di vapori identici a carbone da   700 MW e, nel novembre 2007, la fornitura sul posto di un nuovo sistema di accesso al generatore di vapore è stata commissionata a Instant Scaffolds Malaysia, sotto la supervisione tecnica di Instant UpRight. Per Instant UpRight, si è trattato del maggiore progetto relativo a un generatore di vapore sinora realizzato, che ha richiesto l’invio di cinque container da 40 piedi di prodotti, contenenti l’intero sistema spedito dall’impianto di produzione dell’azienda di Park West.

La struttura

Il sistema di elevazione del generatore principale di Manjung è composto da tre elementi fondamentali: la struttura di base, la struttura principale e le impalcature del surriscaldatore. Unite fra loro, forniscono un’altezza di lavoro complessiva di 72 m che raggiunge il soffitto del generatore di vapore. La struttura è composta dai seguenti elementi:

  • Impalcature super resistenti Snapout. Ciascuna di esse è alta 44 m e si appoggia su una struttura di base di 11 m di altezza.
  • Passerelle Spandeck, utilizzate per collegare le impalcature Snapout attorno al perimetro interno del generatore di vapore. Ciascuna passerella è lunga più di 80 m.
  • Speciali piattaforme sospese, appositamente progettate, danno accesso agli angoli del generatore di vapore, dove sono collocati i bruciatori.

L’area, totalmente occupata da una piattaforma nella parte superiore della struttura principale, è di 400 mq (la cosiddetta “pista da ballo”) e richiede l’impiego di 100 Spandeck. È utilizzata per sostenere le impalcature Span 400 di 15 m di altezza che permettono l’accesso all’area del surriscaldatore del generatore di vapore.

Intenso utilizzo

Dato che la centrale elettrica di Manjung è entrata in servizio solo di recente, è prevista una revisione di ciascun generatore di vapore ogni due anni. Quindi, durante i prossimi due anni, l’intero sistema dovrà essere installato tre volte e utilizzato ogni volta per un periodo fino a due mesi. Inoltre, si può prevedere il verificarsi di vari arresti di emergenza di breve durata ogni anno.

Oltre ai periodi di arresto dell’impianto programmati per la revisione completa dei generatori di vapore, il sistema di accesso Instant UpRight verrà impiegato anche per rispondere alle esigenze di emergenza, permettendo un accesso rapido e sicuro all’area del generatore interessata. Da quando l’impalcatura è stata commissionata nel 2007, questo evento si è già verificato almeno una volta. In questo caso, è stata utilizzata un’installazione parziale dell’impalcatura del generatore di vapore per accedere a uno degli angoli, all’altezza di circa 30 m.

Una soluzione per risparmiare tempo

Installazioni future dovrebbero poter essere completate in 60 ore lavorative (4 giorni con 2 turni da 8 ore), con una riduzione molto significativa dell’interruzione operativa del generatore di vapore, in confronto ai tradizionali sistemi di impalcature in acciaio. Gli operatori sul posto sono stati addestrati da Javen Hoo ed Eric Kogulan di Instant Scaffolds Malaysia e la supervisione tecnica è stata a cura di John Damery di Instant UpRight.